Come prevenire gli incendi

Prevenzione degli incendi: come ridurre il rischio e cosa fare

Un incendio, grande e piccolo che sia, può sempre avere delle conseguenze disastrose, sia sulle cose che sulle persone. Il fuoco è forse l’elemento più distruttivo che esiste e prevenirlo è importantissimo sia in ambiente domestico che sul posto di lavoro.

Generalmente, le cause più comuni che portano alla comparsa di focolai di incendi riguardano la scorretta manipolazione di sostanze infiammabili oppure dal deposito di materiale come carta vicino a fonti di calore. La maggior parte degli incidenti che vede il fuoco protagonista si sviluppa in ambienti chiusi, e possono essere causati anche dal malfunzionamento di apparecchi elettrici ed elettrodomestici. Negli uffici invece, si possono verificare a causa di un corto circuito o del malfunzionamento delle apparecchiature tecnologiche come computer, stampanti, etc.

Come prevenire gli incendi in casa

Troppo spesso si sottovaluta la prevenzione ma in realtà ci sono degli accorgimenti che si possono seguire per evitare che scoppino incendi tra le mura domestiche, ecco qualche consiglio:

  • Installa un interruttore salvavita in casa, che sia in grado di interrompere il flusso elettrico di energia in caso di guasto della “messa a terra”, evitando rischi e lesioni da folgorazione
  • Fai manutenzione periodica a elettrodomestici e prese, evita che i bambini ci si avvicinano e, se hai gli interruttori differenziali, che questi funzionino perfettamente.
  • Evita di sovraccaricare gli adattatori elettrici attaccando troppi apparecchi in una sola presa
  • Se fai uso di stufe elettriche in inverno tienile lontano da tendaggi, tappeti e coperte, fai la corretta manutenzione periodica e spegnile sempre quando esci di casa o vai a dormire.
  • Scollega sempre gli elettrodomestici dalla presa quando hai finito di usarli
  • Evita l’utilizzo di pentole a pressione

Cerca, inoltre, di mantenere gli ambienti domestici sempre puliti e ordinati, fai attenzione alle candele, che non vanno mai lasciate accese troppo a lungo o incustodite, e se un apparecchio elettrico dà qualche segno di malfunzionamento staccalo subito dalla presa e smaltiscilo. Se nella tua abitazione sono presenti parti in legno potrebbe essere utile installare dei segnalatori di fumo, economici ma indispensabili in caso di incendio.

-10% Bticino Interruttore differenziale salvavita BTDIN GC723AC25, 2 moduli
26,70 29,90
HEIMAN Allarme di fumo astuto di WiFi senza fili, rivelatore di fumo...
29,99
-20% XINDUM Rilevatore di fumo collegato in rete, rilevatore di fumo wireless con...
63,19 78,99
Ultimo aggiornamento:Gennaio 26, 2024 9:10 pm

Cosa fare in caso di incendio in casa

Abbiamo visto come prevenire gli incendi in casa, ora capiamo cosa fare in caso di incendio domestico. Secondo alcune statistiche il 45% degli incidenti domestici è collegato a incendi tra le mura di casa, causati da incidenti ai fornelli o malfunzionamenti di apparecchi elettrici.

Ecco come comportarsi se ci si trova in presenza di un incendio domestico:

  • Per quanto difficile cerca di mantenere la calma e non farti prendere dall’ansia. In queste situazioni bisogna essere il più possibile razionali.
  • Cerca di capire dove si concentra il fumo, e di conseguenza il fuoco, e individua subito una via di fuga
  • Se vedi fumo sotto le porte o tra le serrature non aprirle per nessun motivo
  • Se in casa c’è fumo resta a terra e cammina basso, in modo da evitare di intossicarti, e dirigiti subito verso l’uscita
  • Chiama immediatamente i vigili del fuoco o cerca aiuto

Come prevenire gli incendi nei luoghi di lavoro

La prevenzione degli incendi sui luoghi di lavoro è fondamentale e importantissima. Bisogna che il piano di evacuazione e le regole generali di sicurezza siano condivise con tutto il personale, che deve essere preparato in caso di pericolo.

Va fatta una valutazione dei rischi e avere a mente quali sono le possibili fonti di calore e combustione. Gli impianti elettrici vanno controllati periodicamente e va richiesta la manutenzione non appena si nota qualcosa di insolito.

I dipendenti dovrebbero anche essere in grado di utilizzare un estintore. Anche questi dovrebbero essere controllati periodicamente e sostituiti.

Infine, tutte le vie di fuga e di emergenza devono essere lasciate libere e devono essere segnalate su planimetrie e mappe all’interno dei luoghi di lavoro, così che tutti possano riconoscerle immediatamente in caso di pericolo.

-29% ANAF Group Estintore a polvere 1 Kg. Manometro Auto Barca Moto Camper...
14,00 19,90
-33% Smartwares FEX-15122 Estintore Tipo di Fuoco ABC, Rosso, 2 kg (a polvere)
27,99 41,99
-2% Estintore Portatile a Polvere 6 Kg Certificato Anno 2023 Con Cartello e...
46,19 47,50
Ultimo aggiornamento:Gennaio 26, 2024 9:10 pm

Cosa fare in caso di incendio sul posto di lavoro

Qualsiasi azienda o attività commerciale, per legge, deve avere un piano di sicurezza collegato agli incendi, deve essere nominato un referente antincendio, devono essere presenti rilevatori di fumo, scale o vie di fuga antincendio ed estintori. Il piano sulla sicurezza dovrebbe essere condiviso con tutti i dipendenti, che devono sapere come comportarsi in caso di pericolo.

Il consiglio è quello di dirigersi più velocemente verso la via di fuga più vicina e raggiungere il punto di raccolta. Lascia tutto in ufficio, non portare con te nulla, potrebbe solo rallentarti. In quasi tutti gli uffici sono presenti porte tagliafuoco e sistemi di allarme che iniziano a suonare appena viene rilevato del fumo, inoltre questi sistemi sono direttamente collegati con i vigili del fuoco.

Ovviamente, aiuta i colleghi in difficoltà durante le pratiche di evacuazione. Non andare nel panico ma cerca di mantenere la calma fino all’arrivo dei soccorsi.

-6% Estintore a Polvere 2 KG ABC omologato RINA e MED Navpower con...
31,59 33,63
-20% Meross Rilevatore di fumo WiFi, Rilevatori di fumo per la casa, rilevatore...
95,99 119,99
-9% Google Nest Protect, Bianco, Il Rilevatore di Fumo che Fa Invidia a...
117,17 129,00
Ultimo aggiornamento:Gennaio 26, 2024 9:10 pm

Importanza della formazione antincendio

Un aspetto cruciale nella prevenzione degli incendi sia in ambito domestico che sul posto di lavoro è la formazione antincendio. Essere adeguatamente preparati e istruiti su come agire in caso di emergenza può fare la differenza tra una situazione gestibile e un disastro. La formazione antincendio dovrebbe coinvolgere tutti i membri della famiglia o del personale aziendale e includere le seguenti aree:

  1. Conoscenza dei piani di evacuazione: È essenziale che ogni persona all’interno di una casa o di un edificio lavorativo sia consapevole dei piani di evacuazione e delle vie di fuga. Questi piani dovrebbero essere chiaramente indicati tramite cartelli o mappe e devono essere periodicamente rivisti e aggiornati. Ogni individuo dovrebbe sapere quale percorso seguire per raggiungere in modo sicuro l’uscita più vicina.
  2. Utilizzo degli estintori: È fondamentale che tutti siano addestrati sull’utilizzo corretto degli estintori. Questi dispositivi possono essere estremamente utili nel contenimento di piccoli incendi, ma è importante sapere quale tipo di estintore utilizzare per un determinato tipo di fuoco e come impiegarlo in modo efficace. I corsi di formazione antincendio possono fornire istruzioni dettagliate su come maneggiare gli estintori in modo sicuro ed efficiente.
  3. Comportamenti da adottare durante l’evacuazione: Durante un incendio, è cruciale mantenere la calma e seguire le procedure stabilite per l’evacuazione. Questo include camminare a bassa quota per evitare l’intossicazione da fumo, coprire il naso e la bocca con un panno umido per respirare meglio e verificare che le porte siano fredde prima di aprirle. La formazione antincendio dovrebbe fornire indicazioni chiare su come comportarsi in situazioni di emergenza per garantire la sicurezza di tutti.
  4. Sensibilizzazione sulle misure preventive: Oltre alle conoscenze su come agire in caso di incendio, è importante che tutti siano consapevoli delle misure preventive da adottare nella vita quotidiana. Ciò include l’attenzione ai pericoli elettrici, l’uso corretto delle candele, la corretta gestione e lo smaltimento dei materiali infiammabili e la manutenzione regolare degli impianti elettrici. La formazione antincendio dovrebbe educare sulle pratiche sicure e promuovere una cultura di prevenzione per ridurre il rischio di incendi.

La formazione antincendio è un investimento prezioso per garantire la sicurezza di tutti in caso di emergenza. Assicurarsi che ogni membro della famiglia o del personale aziendale sia ben informato e preparato può contribuire a prevenire incendi e minimizzare i danni in caso di emergenza.

Vetrineinrete® Cartello uscita di emergenza a destra targa in legno 20x30 cm...
7,90
Vetrineinrete® Cartello estintore targa in legno 20x30 cm con corda da appendere...
7,90
Estintore kg 2 polvere - emme 2a - Modello 21021
33,49
Ultimo aggiornamento:Gennaio 26, 2024 9:10 pm

Utilizzo corretto delle prese elettriche e delle prolunghe

Un’altra importante misura di prevenzione degli incendi riguarda l’utilizzo corretto delle prese elettriche e delle prolunghe. Un uso improprio o non sicuro di questi dispositivi può aumentare il rischio di surriscaldamento e cortocircuiti, portando potenzialmente a incendi. Ecco alcuni consigli per un utilizzo sicuro:

  1. Evita sovraccarichi: Non collegare troppi apparecchi alla stessa presa elettrica o alla stessa prolunga. Il sovraccarico delle prese può causare surriscaldamento e aumentare il rischio di incendi. Distribuisci il carico elettrico in modo equilibrato tra diverse prese o utilizza prolunghe con più prese per evitare sovraccarichi.
  2. Controlla le prolunghe: Prima di utilizzare una prolunga, verifica che sia in buone condizioni. Evita prolunghe danneggiate, con fili scoperti o prese difettose. Assicurati che le prolunghe siano adatte per l’uso previsto e rispettino i requisiti di sicurezza.
  3. Evita i cavi sottoposti a tensione: Non passare cavi elettrici sotto tappeti, moquette o arredi pesanti. La pressione su un cavo elettrico può danneggiarlo e causare un cortocircuito. Inoltre, evita di far correre i cavi attraverso porte o finestre, poiché possono danneggiarsi facilmente.
  4. Spegni gli apparecchi elettrici: Quando non stai utilizzando un apparecchio elettrico, spegnilo completamente e scollegalo dalla presa. Lasciare gli apparecchi in modalità standby può aumentare il rischio di incendi. Inoltre, evita di lasciare gli apparecchi elettrici incustoditi mentre sono in funzione.
  5. Utilizza prolunghe di qualità: Scegli prolunghe di qualità che rispettino gli standard di sicurezza. Evita di utilizzare prolunghe di bassa qualità o improvvisate che potrebbero non essere progettate per un uso sicuro.

Seguendo queste precauzioni nell’utilizzo delle prese elettriche e delle prolunghe, è possibile ridurre il rischio di incendi causati da problemi elettrici. Ricorda sempre di prestare attenzione all’ambiente circostante e di essere consapevole delle pratiche sicure per garantire un utilizzo corretto degli impianti elettrici.

V-TAC Ciabatta Multipresa Elettrica con Interruttore e Cavo da 1,5 Metri -...
7,99
Electraline 62033 Multipresa 3 posti 1 schuko + 2 bivalenti 10/16A-cavo 3...
9,99
TEMPO DI SALDI Prolunga Cavo Elettrico Lineare Bipasso Da 10 Metri Con...
11,00
Ultimo aggiornamento:Gennaio 26, 2024 9:10 pm

Importanza della manutenzione degli impianti elettrici

La corretta manutenzione degli impianti elettrici è fondamentale per prevenire incendi e garantire la sicurezza sia in ambito domestico che sul posto di lavoro. Ecco perché è importante dare la giusta attenzione alla manutenzione:

  1. Ispezioni regolari: Programma ispezioni periodiche degli impianti elettrici da parte di professionisti qualificati. Queste ispezioni possono individuare eventuali problemi o malfunzionamenti precocemente, consentendo interventi correttivi tempestivi. Le ispezioni dovrebbero includere la verifica delle connessioni elettriche, dei cavi, degli interruttori e delle prese.
  2. Sostituzione dei componenti difettosi: In caso di componenti difettosi o usurati, è fondamentale sostituirli prontamente. Cavi elettrici danneggiati, prese sciolte o interruttori difettosi possono aumentare il rischio di incendi. Assicurati che tutti i componenti siano in buone condizioni di funzionamento e che rispettino gli standard di sicurezza.
  3. Manutenzione degli elettrodomestici: Fai attenzione alla manutenzione regolare degli elettrodomestici. Segui le istruzioni del produttore per le procedure di pulizia e manutenzione, ad esempio per rimuovere la polvere o gli accumuli di sporco. Inoltre, presta attenzione ai segni di malfunzionamento, come scintille, odori sospetti o interruzioni improvvise dell’alimentazione elettrica. In caso di problemi, rivolgiti a un tecnico qualificato per le necessarie riparazioni.
  4. Protezione dagli sbalzi di tensione: Utilizza dispositivi di protezione dagli sbalzi di tensione, come i regolatori di tensione o gli stabilizzatori, per proteggere gli apparecchi elettrici da picchi di corrente che potrebbero causare danni o incendi. Questi dispositivi possono contribuire a mantenere una corretta alimentazione elettrica e prevenire problemi legati agli sbalzi di tensione.
  5. Consapevolezza delle emergenze elettriche: Sii preparato ad affrontare situazioni di emergenza elettrica. Ad esempio, assicurati di conoscere la posizione del quadro elettrico e dei dispositivi di spegnimento di emergenza. In caso di problemi elettrici gravi, come scintille o fumo proveniente dagli impianti, interrompi immediatamente l’alimentazione elettrica principale e contatta un professionista qualificato per le necessarie riparazioni.

La manutenzione regolare degli impianti elettrici riduce il rischio di incendi causati da guasti o malfunzionamenti. Investire nella manutenzione preventiva può prevenire costosi danni materiali e, soprattutto, proteggere la sicurezza delle persone.

Protector de Voltaje Corriente, Stabilizzatore di Tensione, Corrente di Sovratensione Regolabile Monofase...
23,29
Leepesx AC 220V 4000W Regolatore compatto a tensione variabile Regolatore di velocità...
29,99
Stabilizzatore di Tensione Automatico 220v Montaggio a Parete per Uso Domestico 3000w...
224,55
Ultimo aggiornamento:Gennaio 26, 2024 9:10 pm

Ruolo dei dispositivi di rilevamento e allarme antincendio

I dispositivi di rilevamento e allarme antincendio svolgono un ruolo cruciale nella prevenzione e nella gestione degli incendi. Ecco perché è importante dotarsi di tali dispositivi e utilizzarli correttamente:

  1. Rilevatori di fumo: I rilevatori di fumo sono dispositivi essenziali per rilevare la presenza di fumo nell’ambiente. Possono essere installati in diversi punti strategici della casa o del luogo di lavoro, come corridoi, camere da letto e cucine. In caso di rilevamento di fumo, i rilevatori attivano un allarme acustico per avvisare gli occupanti dell’edificio dell’eventuale incendio. Assicurarsi che i rilevatori di fumo siano funzionanti, sostituire le batterie regolarmente e testarli periodicamente.
  2. Rilevatori di calore: I rilevatori di calore sono progettati per rilevare l’aumento della temperatura nell’ambiente. Sono particolarmente utili in aree dove la presenza di fumo potrebbe essere normale, come garage o locali con elevata presenza di polveri o vapori. Quando il rilevatore rileva un rapido aumento della temperatura, attiva l’allarme antincendio. Posizionare i rilevatori di calore correttamente in base alle specifiche del produttore e seguirne le istruzioni per il mantenimento e la sostituzione.
  3. Sistemi di allarme antincendio: Oltre ai rilevatori di fumo e di calore, è importante avere un sistema di allarme antincendio ben funzionante. Questi sistemi possono essere collegati ai rilevatori di fumo e di calore e attivare un allarme sonoro e visivo in caso di rilevamento di un potenziale incendio. Assicurarsi che il sistema di allarme sia regolarmente testato e manutenuto per garantire il suo corretto funzionamento.
  4. Estintori portatili: Oltre ai dispositivi di rilevamento e allarme, è consigliabile avere accesso a estintori portatili ben posizionati e facilmente accessibili. Gli estintori portatili possono essere utilizzati per spegnere piccoli incendi prima che si diffondano. È importante conoscere il corretto utilizzo degli estintori e sottoporsi a una formazione appropriata per utilizzarli in modo sicuro ed efficace.

L’utilizzo combinato di dispositivi di rilevamento e allarme antincendio fornisce un sistema di sicurezza completo per la prevenzione e la gestione degli incendi. Questi dispositivi consentono di rilevare tempestivamente la presenza di fumo o l’aumento della temperatura e di avvisare gli occupanti dell’edificio, fornendo il tempo necessario per una risposta rapida ed efficace.

Liukouu Sistema di Sirena DC12V / 24V, Allarme antincendio, Suono e Luce,...
17,47
-5% X-Sense Rilevatore Combinato Fotoelettrico di Fumo e Monossido di Carbonio con Batteria...
32,99 34,99
Rilevatore di calore - Rilevatore di incendio multi-condizione
80,44
Ultimo aggiornamento:Gennaio 26, 2024 9:10 pm

La corretta gestione e conservazione dei materiali infiammabili

La gestione adeguata dei materiali infiammabili è fondamentale per prevenire incendi e ridurre il rischio di catastrofi. Ecco alcune considerazioni importanti da tenere presente:

  1. Stoccaggio sicuro: Quando si tratta di materiali infiammabili come liquidi infiammabili, vernici, solventi o gas, è essenziale tenerli correttamente stoccati. Assicurarsi che siano conservati in contenitori sigillati, resistenti al fuoco e in locali appositamente designati. Evitare di accumulare quantità eccessive di tali materiali e mantenerli separati da fonti di calore o fiamme aperte.
  2. Etichettatura e segnalazione: È importante etichettare chiaramente i contenitori contenenti materiali infiammabili, indicando il tipo di sostanza e le relative precauzioni d’uso. Inoltre, assicurarsi che le aree in cui vengono conservati tali materiali siano adeguatamente segnalate e indicate come zone ad alto rischio di incendio.
  3. Gestione dei rifiuti: Lo smaltimento dei materiali infiammabili richiede particolare attenzione. Seguire le normative locali riguardanti lo smaltimento sicuro di tali materiali e non disperderli in modo inappropriato nell’ambiente. Spesso esistono apposite procedure e centri di raccolta per il corretto smaltimento dei rifiuti infiammabili.
  4. Formazione del personale: Assicurarsi che il personale coinvolto nella gestione, manipolazione o stoccaggio di materiali infiammabili sia adeguatamente formato sulle precauzioni da adottare. Questa formazione dovrebbe includere l’uso corretto di attrezzature di sicurezza, come indumenti ignifughi o dispositivi di protezione individuale, nonché procedure di emergenza da seguire in caso di incidente.
  5. Riduzione dei rischi: Quando possibile, valutare l’opportunità di sostituire materiali infiammabili con alternative meno pericolose. Ad esempio, optare per solventi meno infiammabili o vernici a base d’acqua invece di prodotti a base di solventi più pericolosi.

La gestione sicura dei materiali infiammabili richiede un approccio oculato e la conoscenza delle normative e delle procedure specifiche. Assicurarsi di seguire le buone pratiche e di adottare misure preventive adeguate può contribuire significativamente a prevenire incendi e garantire un ambiente più sicuro.

Simone Raffa
Simone Raffa

Ciao sono Simone classe '85 laureato in scienze della comunicazione e appassionato di fai da te, lettura e scrittura e ai miei lettori cercherò di trasmettere tutta la mia conoscenza ed esperienza.

Facci sapere cosa ne pensi

Scrivi un commento

ComePrevenire.it
Logo